• Gennaio

    28

    2020
  • 100
  • 0
Stanza multisensoriale autismo

Stanza multisensoriale autismo

La stanza multisensoriale autismo: un ambiente che dona tranquillità

C’è una cosa, però, che accomuna tutti gli individui affetti da Autismo: è l’esigenza di avere a disposizione uno spazio pensato appositamente per aiutare chi ne usufruisce a ritrovare un proprio equilibrio, donando la giusta tranquillità attraverso un’esperienza personalizzata.
È proprio da questa esigenza che nasce l’utilizzo della stanza multisensoriale autismo: si tratta di un ambiente capace di stimolare l’ospite con esperienze sensoriali sempre diverse, come suoni, immagini e odori particolari, offrendo allo stesso tempo la sicurezza di un luogo chiuso ma accogliente.

Come nasce la stanza multisensoriale autismo?

Le origini di questo speciale ambiente vanno ricercate nelle teorie del cosiddetto metodo Snoezelen, che nasce negli anni ’70 in seguito alle ricerche di ricercatori olandesi: questi comprendono come persone affette da disabilità o malattie mentali, anche lievi, abbiano bisogno di essere stimolate per rapportarsi con l’ambiente esterno in maniera sicura e rilassata.
Ecco allora come vengono sviluppate le stanze sensoriali autismo, che presto conoscono una grande popolarità in tutta Europa e nel mondo. L’impiego di luci colorate, suoni specifici e aromi rilassanti è di cruciale importanza per aiutare ogni individuo a trascorrere un periodo, anche breve, in totale tranquillità.
Alcuni esempi di cosa si può trovare in una stanza costruita secondo il metodo Snoezelen comprendono luci di differente forma e colore, suoni e melodie avvolgenti e altri elementi strutturali per permettere a chi ne usufruisce di ritagliarsi un proprio spazio, come nicchie e cuscini.
Si tratta di un metodo per stimolare nella persona con autismo la comunicazione non verbale, aiutando così genitori, parenti e terapisti a stabilire e rafforzare un rapporto. Dentro una stanza multisensoriale viene incoraggiata l’esplorazione dell’ambiente chiuso, che una persona affetta da autismo potrebbe trovare disorientante o addirittura terrificante. Attraverso i diversi ausili, infatti, l’individuo accompagnato può gestire in maniera personale ogni angolo, aiutato anche da modificazioni come un pavimento bilanciato in maniera differente.
Permettere a una persona affetta da autismo di sfruttare una stanza di questo tipo vuol dire ridurre stress, ansia e dolore, sia emotivo che fisico, con un’esperienza tutta incentrata sull’individuo, che ha così l’occasione di decidere cosa scoprire e come utilizzare il suo tempo, agendo così secondo un ritmo proprio, un aspetto fondamentale per chi si è affetto da questa patologia.
Per questo è importante poter contare su aziende specializzate che si occupino della progettazione di un ambiente con queste caratteristiche, come LudoVico.

Gioco, tranquillità e crescita con LudoVico

Situata a Bologna, LudoVico è un’impresa che si distingue per la sua abilità nel capire i bisogni di scuole, strutture e privati che richiedano l’allestimento di spazi destinati al gioco, all’apprendimento e al benessere. Come indica il nome, LudoVico rappresenta la soluzione ideale per la creazione di un vero e proprio spazio di gioco, dove i limiti e gli ostacoli del mondo esterno non sono contemplati.
Si tratta di una vera e propria apertura al mondo interno del fruitore, che deve poter approfittare di uno spazio progettato, non a caso, secondo 4 step che formano l’acronimo APRI:
• A per Ascoltare i bisogni di chi necessita di un servizio;
• P per Progettare il lavoro seguendo i bisogni del committente;
• R per Realizzare un progetto attraverso l’utilizzo di materiali selezionati di alta qualità;
• I per Imparare, ovvero osservare e capire come migliorare gli spazi adattandoli con efficienza a chi ne ha bisogno.
Anche le stanze multisensoriali autismo che sono progettate da LudoVico seguono il metodo APRI che, considerata la natura di questi ambienti, diventa ancora più importante.
Un’accurata realizzazione di stanze Snoezelen è il fiore all’occhiello dell’impresa, che fin dalla sua nascita, negli anni ’90, ha capito quanto queste strutture siano fondamentali per dare un aiuto concreto a chi soffre di stress e disorientamento, soprattutto per pazienti autistici, oppure anziani affetti da Alzheimer.
Per questo LudoVico si impegna in una corretta progettazione e gestione di questi innovativi spazi che, grazie alla loro efficacia, possono anche essere implementati in differenti contesti: non è raro, infatti, trovare queste stanze multisensoriali anche nei centri benessere, dove aiutano i clienti a effettuare un percorso di rilassamento completo.
Infine, LudoVico può aiutare anche a sfruttare al meglio questi ambienti, seguendoti attentamente con un percorso di formazione specifico.

Ragione sociale: LudoVico s.r.l – via Emilia Ponente 479, Bologna – P.Iva e C.F. 03624991208 – Capitale sociale euro 10.000,00
tel: 051 4856599 – e-mail: ludovico@ludovico.it
Siamo presenti sul Mercato Elettronico delle P.A. © Copyright 2016 Sito realizzato da Dwb Srl - Consulente SEO